lunedì 15 luglio 2013

Rimpatrio...

Chiedo perdono... è un pò che non scrivo... stanno succedendo così tante cose che non trovo neanche il tempo di dormire, figurarsi per aggiornare il blog...
Comunque... in questa calda domenica di luglio c'è calma piatta a Udine... si sentono solo i versi di cicale e fringuelli in giardino, e come ogni estate la gente si è trasferita a Lignano. Io invece me ne sono tornato a casuccia, a farmi tre settimane di pseudo-vacanza lavorativa prima di partire per l'avventura Cambogiana...
Sono arrivato Mercoledì mattina dopo aver passato una nottata a Londra a casa di un vecchio compagno universitario di mio padre (i quali non si vedono da circa 25 anni - l'ultima volta che mi aveva visto, ero in pancia di mia madre), ed essermi trascinato i famosi 57Kg di valigie da un aeroporto all'altro in metro/bus.
I voli sono stati abbastanza tranquilli; nella prima tratta Rio-Londra mi sono guardato il nuovo film del mago di Oz (carino), e successivamente mi sono ben ben impasticcato di melatonina, quindi sono riuscito a dormire come un sasso... nel secondo volo ho tentato di sonnicchiare, ma è stato talmente corto che appena ho chiuso gli occhi, c'era gia la hostess che mi svegliava per l'atterraggio... vabbè...
Il trucco della melatonina comunque pare abbia funzionato... non sto soffrendo di jet lag assurdi, solo qualche momento di stanchezza qua e la... ma niente al di fuori dal normale :-P

Dopo qualche ora di assestamento mi sono messo subito al lavoro per risolvere le mille e mille carte necessarie per il viaggio: vaccini, assicurazioni mediche, biglietti, etc etc...  e ho anche recuperato i primi due pezzi dell'equipaggiamento di Sub (GAV ed erogatori)... fortunatamente di seconda mano ma in ottime condizioni... leggeri e compatti, ottimi per viaggiare :-D
Il giorno successivo sono andato a Trieste a ritirare, dopo 9 mesi, il mio attestato di laurea... yeeee :-P
Dopo un veloce pranzo con amici dell'università ho comprato il resto della roba da sub e ordinato quello che non c'era in negozio... giusto per rendere più felice il mio conto in banca...

...
...
...

...
...
...

...
...
...


Riprendo a scrivere ora (Lunedì), ieri mi ha preso un colpo di narcolessia e sono crollato a letto... svegliandomi pieno di febbre raffreddore e tosse... che bene, eh? 9 mesi in brasile e non ho avuto quasi nulla...4 giorni qua e sono già da ricovero... vabbè... mi sto riempiendo di aspirine e cremine magiche omeopariche di mia madre... si sa mai che aiutino... (creme al timo sui polpastrelli dei piedi per curare il raffreddore... MAH...).

Comunque... ieri, prima di morire a letto, stavo per raccontarvi le mille e mille avventure di sabato sera a Trieste, dove stavo lavorando per una sfilata di moda/accessori chiamata ITS (#ITS_2013), e dove sono capitate concidenze su coincidenze su coincidenze... prima delle quali è stata appoggiare il segnaposto di una persona.. per poi fermarmi un attimo.. rileggiere il nome.. e rendermi conto che era mia zia da Milano XD, con cui poi ho passato un piacevolissimo post-serata...




Dopo una breve nottata a casa di amici, mi sono rimesso in macchina per tornare a Udine... e invece... la ruota dell'Audi ha deciso di esplodere in autostrada, sbandando e facendomi andare addosso ad un muretto... disintegrando cerchioni ma fortunatamente almeno non la carrozzeria... mi fermo, inizio a sbullonare la ruota ma l'ultimo bullone decide che sarebbe stato troppo semplice così... e decide di bloccarsi e iniziare a spanarsi...  dopo mezzora di bestemmie, salti, pugni, leve, sassi, martelli, riesco a sbloccarlo, e a montare il ruotino di scorta.... .... .... solo per scoprire che era forato. Divertente, eh? ... a quel punto chiamo il servizio "SOS padre salvami" e aspetto che mi venga a soccorrere.

Arrivato a casa ho dormito un pò e ho tentato di bloggare, ma il resto della storia lo sapete già :)

Ora sto gia un pò meglio, la febbre è sotto controllo, il raffreddore ancora c'è ma forse le cremine miracolose avranno qualche effetto... il mal di gola invece persevera, e spero solo che non necessiti di antibiotici sennò poi saranno problemi con i vaccini... ma non voglio fasciarmi la testa prima del tempo... tengo le dita incorciate...

Ora torno a preparare la casa della nonna per l'imbiancaggio, di cui vi racconterò la prossima volta :-)

Baci